Ricordi d'una missione in Portogallo al re Carlo Alberto

Capa
dalla Stamperia reale, 1850 - 378 páginas
0 Críticas
As críticas não são validadas, mas a Google verifica a existência de conteúdo falso e remove-o quando é identificado
 

Opinião das pessoas - Escrever uma crítica

Não foram encontradas quaisquer críticas nos locais habituais.

Outras edições - Ver tudo

Palavras e frases frequentes

Passagens conhecidas

Página 243 - Ho sempre fatto ogni possibile sforzo da diciotto anni a questa parte per il vantaggio dei popoli; mi é dolorosissimo vedere le mie speranze fallite , non tanto per me quanto per il paese; non ho potuto trovare la morte sul campo di battaglia, come l'avrei desiderata; forse la mia persona...
Página 328 - Re non potrà conchiuderc trattati politici e di commercio senza concertarsi previamente con una consulta straordinaria composta dei membri attuali del Governo provvisorio di Lombardia...
Página 257 - Sire, voi avete voluto precorrere il giudizio della storia e dei posteri, e lo potevate. Dio vi conceda le consolazioni della calma solinga, del silenzio pensoso in che avete voluto rifuggirvi. Vi seguiranno nel vostro ritiro assai crucciose, assai gloriose memorie. Possano le une passar leggiere sul vostro cuore; possano le altre soavemente riconfortarvi. Di questo noi vi stiamo in fede che vi accompagneranno sempre i voti della gratitudine, della riverenza, dell'affetto del...
Página 334 - Io stesso patto della fusione, non polendo decidersi delle sorti del paese senza l'adesione della consulta : che in ogni modo l'abbandono di Venezia da parte del re la riporrebbe nello stato di prima...
Página 260 - Alberto; per quanto la memoria nostra lo ha permesso, le abbiamo tosto raccolte religiosamente, alla lettera e nell'ordine stesso in cui furono pronunziate, onde nulla venisse tolto alla sublime loro semplicità, e non restasse travolto ed oscurato il pensiero che da esse traspira. Raccolte che furono in questo modo, io per incarico anche de' miei colleghi nel giorno successivo ne diedi lettura al re per non pubblicarle senza il suo consenso.
Página 258 - SM vivamente commossa rispose in questi termini : « Non so trovare espressioni che bastino per ringraziare la camera. Essa non poteva fare cosa che tornasse più grata al mio cuore. La di lei dimostrazione mi sarà di perenne consolazione pel rimanente della mia vita. Ho sempre e soprattutto desiderato la stima e l'affetto della nazione. Ho fatto quanto era in me per il trionfo della causa italiana ; nè in ciò fui indotto da considerazione alcuna di ' personale interesse. Nei diciotto anni del...
Página 205 - ... di vanità offese, di lamentazioni sul passato che fuggiva, di terrori sull'avvenire che si preparava, un provvedimento da lui lungamente procurato, e che il più delle volte usciva guasto e tale che si stentava a ravvisarvi la nobile impronta dell'animo del suo autore.
Página 257 - ... suoi propugnatori. No, o Sire, togliendovi agli sguardi del vostro popolo, voi non potete venir meno nella sua ammirazione, nella sua gratitudine, nell'amor suo. Voi vivrete con noi in quello Statuto nel quale avete affratellati i vostri coi nostri diritti, in quelle liberali instituzioni di che secondaste l'incremento, in quegli ordini militari che...
Página 262 - ... parlava sempre colla più manifesta compiacenza del nostro paese, ne parlava come di un oggetto che gli era indelebilmente scolpito nel cuore, ed al quale erano sempre rivolti tutti i suoi pensieri; si tratteneva spesso sopra le cose e le persone che (risvegliavano in lui grate |e soavi ricordanze; non di rado esternava anche le sue pene per le tristi condizioni presenti; ma non una parola uscì mai dal suo labbro che indicasse rancore verso chicchessia; non un detto sfuggì che dimostrasse una...
Página 256 - Sire, l'alto vostro dolore; noi sentiamo tutte le ambascio del vostro cuore di Re, di Soldato, di Cittadino, e rispettiamo la risoluzione a che vi siete condotto. Ma se gli errori della fortuna e degli uomini hanno indotto in voi lo sconforto delle anime nobili e grandi , non vi hanno certo scemata la fede nella causa di cui vi feste il soldato, e di che ora siete il martire più venerando. Essa dal vostro martirio si fa più grande, più sacra: essa ne trae nuovi documenti da opporre a'ciechi sospetti...

Informação bibliográfica